Il dipartimento della protezione civile accanto alle donne vittime di violenza

Ultimi articoli
Newsletter

Ancona | importante iniziativa

Il dipartimento della protezione civile
accanto alle donne vittime di violenza

Giorgi: «L’impegno comune e la sinergia sono indispensabili per combattere un problema dai toni e risvolti tragici»

di Regione Marche

L'ass. Giorgi
L'ass. Giorgi

La Regione si impegna con tutte le forze e continua ad attivarsi per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne divenuta un’emergenza dilagante e sempre più preoccupante. Anche il Dipartimento per le politiche integrate di sicurezza e Protezione Civile, nell’ ambito del progetto CoOperAzione, darà il proprio contributo garantendo il trasporto, dal proprio domicilio in ogni parte della Regione, delle donne vittima di violenza domestica, fino alla casa di emergenza situata a Pesaro.

Lo comunica l’assessore Paola Giorgi che spiega: «Il progetto CoOperAzione - Comunicazione, Operatività, Azione - ammesso a contributo dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e di cui la Regione è tra i promotori, rafforza le azioni di prevenzione e contrasto alla violenza in una sinergia di soggetti attuatori: dal Comune di Pesaro, individuato come capofila, alle Province di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino e la cooperativa sociale ‘La Gemma onlus’ con sede ad Ancona».

Il progetto pone tra le sue priorità la realizzazione di una casa di emergenza, che sarà creata a Pesaro al fine di offrire un aiuto concreto alle donne vittime o potenziali vittime di violenza domestica che necessitano di un rapido allontanamento da una situazione familiare pericolosa. La casa di emergenza potrà ospitare anche i figli delle donne costrette a lasciare la propria abitazione.

«Occorrono impegno e sinergia per affrontare adeguatamente un problema che sta assumendo toni e risvolti tragici, questa forte collaborazione tra istituzioni e i loro organismi sicuramente è una buona strada da percorrere» conclude l’assessore.

Lunedì 23 settembre 2013

© Riproduzione riservata

871 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: