La Nef domani gioca a Ostra Vetere

Ultimi articoli
Newsletter

la prima sconfitta casalinga ha significato perdere anche il primato a favore dell'Ostra

La Nef domani gioca a Ostra Vetere

Dopo due sconfitte consecutive al tie-break, Osimo vuole tornare a vincere

Redazione Online

I ragazzi di coach Lucioli si sono dovuti arrendere al Fano
I ragazzi di coach Lucioli si sono dovuti arrendere al Fano

Dopo due sconfitte consecutive, seppur al tie-break, La Nef Osimo vuole ritornare a vincere domani, sabato, contro la nuova capolista Ostra Vetere. La squadra di coach Lucioli, infatti, dopo la sconfitta contro il Fano ha perso la vetta proprio a vantaggio della squadra dell’interno senigalliese. Settimana scorsa, La Nef si è arresa dopo oltre due ore di autentica battaglia contro una squadra che ha lottato su ogni palla e dimostrato grande quadratura.

 Partenza subito fortissima degli ospiti che trovano ampio vantaggio sul 9-3 ma Osimo non molla e ricuce. Fano dà un altro strappo, però la Libertas è sempre lì e ai vantaggi esalta il proprio pubblico aggiudicandosi il primo set. Il merito degli ospiti è di non scomporsi e nel secondo set riprendono a difendere e contrattaccare evitando che la La Nef, specialista in rimonte, possa rientrare. Nel terzo l’inerzia della partita è tutta per i padroni di casa incontenibili in attacco e per Fano non c’è nulla da fare, ma nel quarto Osimo si fa più prevedibile e il muro ospite ha buon gioco guadagnando con merito il tie-break. Sulla scia della vittoria la Virtus ci crede. L’avvio è equilibrato, il set è combattuto e procede in sostanziale parità. Però, quando Fano mette a segno un break di 2 punti spezza l’equilibrio lavorando bene in difesa e Osimo non ha la forza di ricucire e cede i due punti.

Gli osimani avranno, quindi, grande voglia di rifarsi contro la nuova capolista.

Venerdì 15 novembre 2013

© Riproduzione riservata

912 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: