Ritrovamento dei reperti archeologici. Paola Andreoni vuole ulteriori chiarimenti

Ultimi articoli
Newsletter

Osimo | interrogazione di paola andreoni del pd sui lavori all'ex consorzio

Ritrovamento dei reperti archeologici
Paola Andreoni vuole ulteriori chiarimenti

Ho presentato una interrogazione al sindaco per sapere se rispondono al vero le notizie di ritrovamenti archeologici emersi durante i lavori di costruzione del nuovo centro commerciale, in corso nell’area dell’ex Consorzio Agrario

di Paola Andreoni - Pd

Paola Andreoni del Pd
Paola Andreoni del Pd

Ho presentato una interrogazione al Sindaco per sapere se rispondono al vero le notizie, riportate dalla stampa locale, di ritrovamenti archeologici emersi durante i lavori di costruzione del nuovo centro commerciale, attualmente in corso nell’area dell’ex Consorzio Agrario di inizio via Montefanese. Dalla stampa locale, in questi giorni è emerso che su questo sito sarebbero affiorati interessantissime testimonianze archeologiche: una strada, reperti vari, anfore e ossa, testimonianze addirittura della presenza di una antica necropoli romana. Con l’interrogazione chiedo al Sindaco di Osimo di sapere se tali notizie sono rispondenti al vero, se la Sovrintendenza per i Beni archeologici delle Marche è stata informata, di quale importanza sono ritenuti i ritrovamenti e quali provvedimenti sono stati assunti per evitare che eventuali testimonianze della nostra antica storia vadano perdute. Chiedo che venga data con la massima urgenza risposta in Consiglio Comunale, proprio per l’importanza della materia trattata nell’ interrogazione, che attiene direttamente alla storia millenaria della nostra città, per la quale è indispensabile avere attenzione, passione ed amore, tutte cose che non sempre abbiamo riscontrato nell’azione di questa Amministrazione. La cosa che stupisce, oltre l’eventuale ritrovamento di reperti archeologici, dei quali l’Amministrazione Simoncini non ha ancora informato la città in ordine all’entità e al valore archeologico, è che in quell’ area, è ben visibile a tutti, che i lavori per la realizzazione dell’ennesimo centro commerciale, continuano e vanno avanti indisturbati. Sarebbe veramente grave se dai riscontri della Sovrintendenza emergesse, nell’area dell’ex Consorzio, il ritrovamento di un importante sito archeologico senza che nessuno ne sappia niente, e sarebbe ancor più grave se tali ritrovamenti risultassero di particolare interesse e valore (anche in prospettiva di sue eventuali positive ricadute in termini sia di ricchezza che di turismo) ma venissero sacrificati per la realizzazione di un nuovo centro commerciale.

Venerdì 19 luglio 2013

© Riproduzione riservata

879 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: