Visita dell'ambasciatore della Nigeria

Ultimi articoli
Newsletter

Ancona | ricevuto dal vicesindaco e dall'assessore alle relazioni internazionali

Visita dell'ambasciatore della Nigeria

Il vicesindaco Pierpaolo Sediari e l'assessore alle Relazioni internazionali Ida Simonella hanno ricevuto oggi pomeriggio a Palazzo del Popolo l'ambasciatore della Repubblica di Nigeria Eric Tonye Aworabhy proveniente dalla Fiera del Levante di Bari

di Comune di Ancona

L'incontro con l'ambasciatore
L'incontro con l'ambasciatore

Il vicesindaco Pierpaolo Sediari e l'assessore alle Relazioni internazionali Ida Simonella hanno ricevuto oggi pomeriggio a Palazzo del Popolo l'ambasciatore della Repubblica di Nigeria Eric Tonye Aworabhy proveniente dalla Fiera del Levante di Bari e accompagnato dal suo staff e da alcuni rappresentanti della comunità nigeriana delle Marche.

L'ambasciatore Aworabhy ha sottolineato l'interesse del suo Paese per l'incremento dei rapporti di amicizia e collaborazione tra le comunità data la presenza di un numero crescente di cittadini nigeriani in Italia e nelle Marche. 

Molti di noi ha detto- vivono operosamente e lavorano da lungo tempo nel vostro Paese e nel territorio marchigiano ed è opportuno conoscersi meglio e sviluppare una interazione più completa. La Nigeria è ricca di materie prime, sta potenziando la lavorazione del legno e del pellame ed è interessata a confrontarsi con la realtà marchigiana -di cui Ancona è città leader- più avanzata in questi settori. L'Ambasciatore -citando il successo elettorale ottenuto dal sindaco Mancinelli- si è congratulato del fatto che a guidare l'Amministrazione dorica sia una donna, dicendosi convinto che oggi le donne sono in grado di sostenere ruoli multipli e di responsabilità con capacità a volte superiori ai loro colleghi. Nella società odierna- hanno concordato gli assessori Sediari e Simonella- le donne sono portatrici di valori e progetti che arricchiscono la comunità, oggi sempre più internazionale e composita. E Ancona, città portuale e aperta agli scambi, dove attualmente convivono un centinaio di etnie, si pone storicamente come crocevia di culture, traendone una occasione di crescita e valorizzazione del tessuto sociale, culturale ed economico.

La delegazione poi si è recata alla Camera di Commercio per incontrare Rodolfo Giampieri, presidente dell'ente camerale e Giorgio Cataldi presidente di Marchet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona per l'internazionalizzazione.

Venerdì 18 ottobre 2013

© Riproduzione riservata

1042 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: