Al via la rassegna “Aperditad’occhio”

Ultimi articoli
Newsletter

Ancona | 33° rassegna di teatro per ragazzi di Ancona

Al via la rassegna “Aperditad’occhio”

Domenica 20 ottobre alle ore 17,00 al Teatro Sperimentale prenderà avvio la 33° rassegna di teatro per ragazzi di Ancona

di Comune di Ancona

Organizzato dal teatro del Canguro
Organizzato dal teatro del Canguro

Domenica 20 ottobre alle ore 17,00 al Teatro Sperimentale prenderà avvio la 33° rassegna di teatro per ragazzi di Ancona. La prima rappresentazione, dedicata ai bambini a partire dai tre anni ed ai loro famigliari, è un vecchio “cavallo di battaglia” del Teatro del Canguro. Spettacolo direttamente ispirato alle avventure del più famoso bambino ribelle e libero, quel Peter Pan simbolo stesso della fanciullezza e della difficoltà che sempre s’ incontra quando si deve diventare grandi. Il Peter Pan del Canguro rappresenta bene uno dei filoni drammaturgici che il teatro per ragazzi maggiormente frequenta: quello che utilizza la letteratura per l’infanzia e le più classiche fiabe che da sempre affascinano i più piccoli. Un altro filone si basa su strutture narrative più libere e più originali, molto spesso ispirate ai processi logici d’associazione di idee ed a tutti quei meccanismi dei quali i bambini stessi si servono per inventare le loro storie. Un esempio di questa seconda linea è lo spettacolo “Storie appese a un filo” nel quale si narra la surreale avventura d’ una corda alla ricerca del suo capo e della sua coda perduti chi sa quando e chi sa dove. Infine c’è un terzo approccio che riguarda i ragazzi un pò più grandi e che fa riferimento a tematiche e a problemi attuali che riguardano direttamente la loro età e il loro rapporto con il mondo che li circonda. Quest’anno nella rassegna di Ancona sono infatti presenti due titoli: “Nella rete" e “Branco di scuola” che affrontano il primo il contraddittorio rapporto con internet in tutte le sue più varie sfumature e il secondo i problemi relativi ad un bullismo scolastico che, se anche non si manifesta con episodi particolarmente violenti, produce effetti non meno devastanti nella reiterata insistenza e cinica determinazione di chi lo mette in atto. Come sempre la rassegna si articola in due differenti cartelloni: spettacoli aperti a tutti le domeniche pomeriggio al Teatro Sperimentale (unica eccezione il nuovo spettacolo del Teatro del Canguro che debutterà il giorno della befana) e rappresentazioni in mattinata riservate alle scuole. I titoli dei due cartelloni sono stati scelti anche in base ai differenti linguaggi utilizzati dalle compagnie. Si passa così dal teatro d’attore, a quello dei burattini e pupazzi fino alle ombre cinesi del Teatro Gioco Vita di Piacenza, eccellenza internazionale per questo particolare genere teatrale. Le rappresentazioni scolastiche sono calibrate sulla fascia d’età degli alunni ai quali sono proposte proprio per rispettarne la sensibilità ed il grado d’attenzione verso una comunicazione che oggi risulta alternativa e dunque nuova rispetto alle più abituali forme di spettacolo e intrattenimento. È proprio questa alterità del teatro, diverso per i ritmi narrativi, diverso per essere unico evento rigorosamente dal vivo, diverso per l’emotività in grado di suscitare, a rappresentare per i più piccoli un’occasione irripetibile di formazione e crescita. Ed è proprio questa consapevolezza che spinge il Teatro del Canguro a riproporre ogni anno, dopo tanti anni, una manifestazione che sempre comporta impegno e risorse da parte di tutti i protagonisti. A cominciare dagli Enti pubblici che hanno riconfermato il loro sostegno anche in questi tempi di grande crisi, dagli sponsor, da tutti quei dirigenti scolastici che, con gli insegnanti e le stesse famiglie vorranno ancora una volta partecipare con i propri figli ed alunni agli appuntamenti che la rassegna propone.

Giovedì 17 ottobre 2013

© Riproduzione riservata

846 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: