Botta e risposta M5s ed Emilio D'Alessio

Ultimi articoli
Newsletter

Ancona | l'ex assessore rivendica le scelte fatte sull'area ex "mutilatini"

Botta e risposta M5s ed Emilio D'Alessio

Botta e risposta tra il Movimento 5 Stelle ed l'esponente del Pd

Redazione Online

La bagarre ha interessato Portonovo
La bagarre ha interessato Portonovo

Botta e risposta tra il Movimento 5 Stelle ed Emilio D’Alessio. Il movimento politico ha criticato durante la decisione del sindaco Valeria Mancinelli di istituire la doppia figura del segretario – direttore Generale, con un compenso notevole, mentre ci sono problemi a far quadrare il bilancio: «Mentre l'Assessore al Bilancio annuncia che "dovremo tirare la cinghia", che non ci sono soldi per le manutenzioni e il decoro della città, il sindaco annuncia che si spenderanno 300.000 euro per la doppia figura di segretario-Direttore generale assicurando che si tratta di un "investimento". Come gli acquisti dell'ex Angelini e dell'ex "mutilatini" a Portonovo?» A replicare al M5s sull’acquisto dell’area ex "mutilatini" è intervenuto Emilio D’Alessio, responsabile regionale del PD nell'area Ambiente e Territorio, all’epoca (nel 2005) assessore all’ambiente del comune di Ancona: «Dato che continuate a tirare in ballo l'acquisto dell'area dei "mutilatini" a Portonovo, vorrei ricordare che con quella operazione il Comune ha acquisito molti ettari di terreno e di fronte spiaggia, compreso il campeggio La Torre e il parcheggio. La proprietà era privata e avrebbe potuta essere ceduta a chiunque, con il rischio di limiti di accesso o persino della chiusura totale. Il M5S giustamente invoca la gestione pubblica di beni e servizi e dovrebbe apprezzare la scelta fatta, che permette la fruizione pubblica di tutti gli spazi».

Giovedì 3 ottobre 2013

© Riproduzione riservata

1174 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: