Giusto pari tra Ancona e Maceratese

Ultimi articoli
Newsletter

le squadre hanno pensato più a non scoprirsi che ad attaccare

Giusto pari tra Ancona e Maceratese

Soltanto una vera occasione (di Degano) in 93': non poteva che finire a reti inviolate

di Mirko Fraticelli

L'ex Maceratese Capparuccia
L'ex Maceratese Capparuccia

Una partita “tattica” l’ha definita Favo nelle interviste post-partita, ma forse l’aggettivo “brutta” è più appropriato. Finisce 0 – 0 tra Ancona e Maceratese. Risultato giusto per quanto si è visto in campo. Poco gioco e tanti passaggi sbagliati, molta confusione, occasioni (quasi nessuna) create su iniziative dei singoli, ma tanta fatica per i giocatori delle due squadre, protagonisti di un incontro tosto sul piano fisico. L’impressione è che entrambe abbiano pensato prima di tutto a non prendere gol. Ed, infatti, c’è stata una sola vera occasione, al 16’. Biso recupera palla su un disimpegno sbagliato dalla Maceratese, allarga sulla sinistra per Bondi, che serve Degano al centro dell’area; l’attaccante a botta sicura calcia addosso al portiere. In precedenza, al 7’, Ambrosini aveva provato segnare sfruttando un errore di Di Dio, ma il suo tiro centrale è stato bloccato da Lori, seppur con qualche difficoltà. Ambrosini, che tra l’altra è stato il più pericoloso dei suoi. Dall’altra parte c’era Bondi, che ogni tanto provava ad illuminare il gioco, ma erano tutte azioni personali non supportate dai compagni. Nel secondo tempo, l’unica occasione è stata dell’Ancona, con un calcio d’angolo dello stesso Bondi battuto direttamente in porta, ma Turbacci è riuscito a respingere senza troppi problemi. Al 60' Cornacchini provava a rafforzare l’attacco inserendo Cazzola al posto di un Sivilla in giornata no, ma con scarsi risultati. All’ultimo secondo di gioco, il guardalinee ha segnalato un fuorigioco, apparso almeno dubbio, con il neoentrato Morbidelli lanciato in porta, scatenando le proteste dei tifosi locali. Però lo 0 – 0 finale è il risultato più giusto.

Dopo l’11esimo turno, l’Ancona mantiene la vetta con un punto di vantaggio sul Termoli corsaro a Matelica, al terzo posto c’è il Sulmona, che si è imposto sulla Civitanovese, poi la Maceratese che continua la risalita e rimane a 4 punti dalla vetta.

Tabellini

Ancona: Lori, Barilaro, Cacioli, Capparuccia, Di Dio, Bambozzi (91’ Pizzi), Biso, (85’ Morbidelli), D’Alessandro, Sivilla (60’ Cazzola), Degano, Bondi. A disp. Niosi, Cilloni, Fabi Cannella, Gelonese, Miceli, Mallus. All. Cornacchini.

Maceratese: Turbacci, Pietropaolo, Aquino, Arcolai, Russo, Romano, Conti, Lattanzi, Gabrielloni, Borrelli, (91’ Perfetti), Ambrosini (80’ Cavaliere). A disp. Rocchi, Donzelli, Benfatto, Ruffini, Romanski, Orta, Troccoli. All. Favo.

Arbitro: Capone di Palermo.

Ammoniti: Gabrielloni, Cazzola, Di Dio, Morbidelli.

Recupero: pt. 0’, st. 3’.

Domenica 10 novembre 2013

© Riproduzione riservata

828 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: