"Il dovere della verità", Marco Tarquinio e. Filippo Nanni chiudono la 2° edizione del Fgi

Ultimi articoli
Newsletter

Osimo | grande successo per la manifestazione

"Il dovere della verità", Marco Tarquinio e
Filippo Nanni chiudono la 2° edizione del Fgi

È arrivato a conclusione il Secondo Festival Sul giornalismo d’inchiesta. Domenica sera al Teatrino Campana è andato in scena l’ultimo atto del riuscitissimo evento che ha portato nella città di Osimo grandi personaggi del mondo del giornalismo

Redazione Online

La serata conclusiva dell'evento
La serata conclusiva dell'evento

È arrivato a conclusione il Secondo Festival Sul giornalismo d’inchiesta. Domenica sera al Teatrino Campana è andato in scena l’ultimo atto del riuscitissimo evento che ha portato nella città di Osimo grandi personaggi del mondo del giornalismo. A concludere la manifestazione nella serata dal tema “Il dovere della verità”Marco Tarquinio, direttore del quotidiano cattolico Avvenire e Filippo Nanni caporedattore centrale di Rai News24. Tema della serata è stata l'informazione giornalistica e la ricerca della verità attraverso notizie chiare e trasparenti. Si è parlato anche del ruolo del giornalista moderno, in funzione anche al giornalismo d’inchiesta. «Le inchieste si fanno ancora oggi, magari in alcuni programmi e giornali vengono affrontate maggiormente – ha precisato Filippo Nanni – in altri vengono affrontate di meno. La differenza con il passato è che oggi si fa più giornalismo “seduto”. Grazie alle nuove tecnologie il giornalista è in grado di avere le notizie direttamente sul suo pc mentre in passato eri obbligato ad uscire per trovarle. Forse il grande problema delle inchieste di oggi è che si trattano spesso i soliti temi mentre io preferisco trattare temi poco battuti.» Per il direttore di Avvenire Marco Tarquinio ancora c’è spazio per il giornalismo d’inchiesta, purchè si rispettino alcuni criteri, come il rispetto delle persone che vengono trattate dall’inchiesta giornalistica: «Se c'è una cosa che non sopporto sono gli articoli con il titolo ad effetto dove la notizia arriva dopo diverse righe. Questo è sbagliato» ha chiarito il direttore di Avvenire. Al termine del dibattito vi è stata una piccola parentesi sulla figura di Papa Francesco affrontata direttamente dal direttore Marco Tarquinio: «È stata rivoluzionata la concezione della Chiesa dopo mesi in cui vi era una visione cupa, di pregiudizi attorno alla Chiesa, invece – ha concluso il direttore di Avvenire - in poco tempo si è capovolta questa visione, grazie alla figura di Papa Bergoglio». 

Martedì 15 ottobre 2013

© Riproduzione riservata

896 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: