Pari per la Vigor, che poteva anche vincere

Ultimi articoli
Newsletter

prima della partita consegnato un assegno alla famiglia della piccola chanel bocconi

Pari per la Vigor, che poteva anche vincere

Contro il Tolentino dell'ex Clementi, i rossoblù vanno in vantaggio con Pesaresi nei primi minuti, sfiorano il vantaggio in più riprese, ma vengono raggiunti dagli ospiti al 38' (Ciotti)

di U.S. Vigor Senigallia

Circa 600 spettatori hanno assistito a Vigor Senigallia - Tolentino
Circa 600 spettatori hanno assistito a Vigor Senigallia - Tolentino

Quella di ieri è stata una giornata densa di emozioni quella vissuta al “Bianchelli”. Forse i sengalliesi l'avevano capito in anticipo, vista la risposta di pubblico mai così elevata - sugli spalti oltre 600 spettatori - fatta eccezione per il debutto sotto il sole estivo con la Sambenedettese. Prima del calcio d'inizio la presenza di Chanel Bocconi ha scaldato il cuore di tutti. La piccola senigalliese e la sua famiglia sono accorsi allo stadio invitati dalla società, che ha scelto il prepartita di Vigor-Tolentino per effettuare la consegna della raccolta fondi effettuata tramite la campagna “Noi Vigorini Card”. Una busta contenente l'assegno carico di solidarietà è stata consegnata ai familiari di Chanel dal presidente Valentino Mandolini e dal main sponsor rossoblu Mauro Cantarini, primo grande promotore dell'iniziativa. Un caloroso e prolungato applauso ha accompagnato il momento, a cui ha partecipato anche l'assessore allo sport di Senigallia, Gennaro Campanile.

La partita. Un minuto di silenzio, in ricordo del campione di equitazione Raimondo D'Inzeo, ha preceduto la partita, poi il calcio d'inizio e per quasi mezz'ora tanta, tantissima Vigor. Tanta quanta non ne avevamo mai vista così. Gioco, pressing, difesa impeccabile, occasioni a ripetizione. La prima clamorosa è sul destro di Gorini, che però davanti a Carnevali si fa respingere il tiro. La seconda su punizione di Pesaresi: ancora Carnevali. La terza è quella vincente: Simone Gregorini, schierato al posto dello squalificato Giraldi al centro della difesa, anticipa Cinotti a centrocampo, avanza, serve Pesaresi che dopo un dribbling e una finta calcia col sinistro. Carnevali stavolta tocca ma non trattiene e la palla, dopo aver baciato la parte interna del palo, scorre sulla linea di porta sino a varcarla (il guardalinee dice no, ma l'arbitro meglio appostato lo contraddice e indica correttamente il dischetto di centrocampo): è il 13', la Vigor è in vantaggio ma non si accontenta e crea altre palle gol. Due volte Pesaresi può far male ancora, ma soprattutto nella seconda, quando arriva a pochi passi da Carnevali, quest'ultimo intuisce la direzione del missile verso il secondo palo e miracoleggiando nega un raddoppio che sarebbe stato meritato. Gli applausi dello stadio fanno da cornice ad una prestazione che sin qui è da squadra perfetta. Ma le energie spese sono tante e col passare dei minuti, oltre che in virtù di una variazione tattica (dal 4-3-3- al 4-3-1-2), il Tolentino di Clementi viene fuori. Non aveva mai calciato nello specchio della porta (due tiri fuori) fino al 38'. Ovvero fino a quando al primo vero tentativo trova il pari: cross di Mandorlini dalla destra, Ciotti, in proiezione offensiva, salta sul primo palo e angola in maniera imparabile per Moscatelli. L'1 a 1 sa di doccia fredda per la Vigor e dà ricarica per i cremisi. Che infatti negli ultimi 7'i del primo tempo attaccano con costanza, seppure senza spaventare altre volte i rossoblù. Si va al riposo in parità, ma con Vigor e tifosi rammaricati per non essere riusciti a raddoppiare e, forse, chiudere il match. Nella ripresa il film è differente. L'avvio è equilibrato, con occasioni da ambo le parti per quasi 20'. Poi, finita prima degli ospiti la benzina, la Vigor si fa chiudere nella metà campo. I rossoblù potrebbero colpire in contropiede e su azione d'angolo, ma prima Morganti (sinistro alto da ottima posizione), poi Carboni (sinistro parato in due tempi) e infine il subentrato Olivi (si allunga di un soffio il pallone davanti a Carnevali) non trovano il guizzo del 2 - 1. Dalla parte opposta Cinotti, Mandorlini e Bernabei spaventano Moscatelli e compagni, senza trovare nemmeno loro il gol. Si arriva così al triplice fischio sulla parità. Tutto sommato un risultato giusto. Ma se la Vigor avesse realizzato il meritato 2 - 0 nella prima mezz'ora, sarebbe stata molto più dura per il Tolentino reagire e rimontare.

Tabellini

Vigor Senigallia: Moscatelli, Zandri, Mucaj, Morganti, S.Gregorini, Mistura, Gorini (64' Olivi), Carboni, Pesaresi, Siena (83' Boccolini), Cuomo (72' T.Gregorini). All. Alessandrini.
Tolentino: Carnevali, Fede, F.Ruggeri, Frinconi, Ciotti, Nicolosi, Mandorlini (89' Santoni), Romagnoli (50' Gobbi), Cinotti, Bernabei, Kakuli. All. Clementi.
Arbitro: Oriferi di Fermo.
Reti: 13' Pesaresi, 38' Ciotti.

Lunedì 18 novembre 2013

© Riproduzione riservata

815 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: